This site or third-party tools used by it make use of cookies necessary for the operation and useful for the purposes indicated in the "cookie policy".
By closing this banner, scrolling this page, clicking on a link or proceeding in navigation in another way, you consent to the use of cookies.
For more information, or to deny consent to all or some cookies, click More.

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
Previous Next

Via Pizzomunno n°1 - VIESTE - Gargano - Puglia
Tel. +39 0884.706709
hotellidovieste@gmail.com

CALL US AT +39.0884.706709
PERSONALIZED QUOTES • NO CREDIT CARD TO WARRANTY!!!

Le GROTTE MARINE e la COSTA DEL GARGANO

Splendida è la costa del Parco Nazionale del Gargano che, orlata di faraglioni, ricca di vaste cavità è fonte inesauribile di stupendi scenari naturali, insenature, spiagge e piccole cale.
Lo spettacolo più suggestivo è offerto dalle innumerevoli e bellissime GROTTE MARINE DEL GARGANO, erose del corso dei millenni dal vento e dal mare.

Spiccano per singolarità e bellezza:

  • la Grotta campana alta ben 47 metri e così denominata per la caratteristica forma campanulare.
  • la Grotta dei contrabbandieri in cui un piccolo cunicolo conduce ad una uscita secondaria che, secondo la tradizione, agevolava la fuga dei contrabbandieri che ivi trovavano rifugio.
  • la Grotta delle rondini al cui interno i volatili dimorano per l'intero anno ed intrecciano splendidi voli.
  • la Grotta sfondata così denominata perchè priva della parte superiore. Al suo interno, alzando lo sguardo, si possono ammirare radicati nella roccia folti pini che si specchiano nel blu intenso delle acque profonde.
  • la Grotta due occhi caratterizzata da due piccole aperture scavate nella rupe dal continuo infrangersi delle onde.
  • la Grotta smeralda in cui il mare, penetrando nelle molteplici insenature, crea variegati effetti di luce.
  • la Grotta dei pomodori sulle cui pareti sono avvinghiati molluschi rossi a forma di pomodoro.
  • la Grotta delle sirene dove secondo le credenze popolari un tempo dimoravano le sirene.

Il tratto più suggestivo della costa garganica è quello fra Vieste e Mattinata, 40 chilometri di scogliera alta e frastagliata orlata da verdissima macchia mediterranea.


Dopo Peschici, l’una accanto all’altra si incontrano la spiaggia di Zaiana e la Baia di Manacore, raggiungibili anche in auto scendendo dalla statale fra gli ulivi. Da non confondere con la baia di Manaccora, una grande insenatura poco più a sud che in estate è una delle spiagge più frequentate.


Non molto oltre, ecco la sabbiosa Calalunga e Torre Usmai, poi ecco le "palestre" del surf e del windsurf di Punta Lunga e Capo Vieste.


Superata Vieste, appare all’improvviso l’inconfondibile faraglione di Pizzomunno, e poco più a sud, l’isola di Gattarella che fronteggia il lido . Ancora più a sud, già in direzione di Mattinata c’è la sabbiosa Cala di San Felice intagliata nella roccia del capo.


Da qui in poi la sabbia lascia posto ai ciottoli. Scendendo ancora, Baia di Campi è una delle insenature più intriganti della costa garganica e subito dopo ecco la baia di Pugnochiuso.


Un’icona del Gargano sono i due faraglioni di Baia delle Zagare, che affiorano a pochi metri dalla riva e dalla scogliera a strapiombo. Prima di Mattinata, ancora una sorpresa la regalano Vignanotica, lingua di ciottoli incastonata fra pini e ulivi di un’alta falesia di roccia bianca, e la spiaggia di Mattinatella.


Lidi quieti e ghiaiosi, adatti a chi ha bambini e ama un mare più tradizionale, denotano Mattinata, con villaggi turistici e ristorantini a filo d’acqua. Una delle caratteristiche del Gargano sono le grotte

    

grotta marina 1

 

 

grotta marina 2

 

 

grotta marina 3bis